Progetto Digitalmentis ad Albignasego: a fianco dei vulnerabili contro il digital divide

 Progetto Digitalmentis ad Albignasego: a fianco dei vulnerabili contro il digital divide

Condividiamo il Comunicato Stampa del Comune di Albignasego sullo sportello Digitalmentis, attivato a cadenza settimanale per contrastare il digital divide, ovvero per facilitare l’accesso a servizi e strumenti informatici favorendo l’inclusione di tutta la cittadinanza, a partire dagli over 65

Il nuovo sportello digitale DIGITALMENTIS, dedicato a tutte le persone di almeno 65 anni di età, è diventato in pochi mesi il punto di riferimento per gli anziani del territorio alle prese con pratiche quotidiane che sempre più spesso richiedono la capacità di utilizzare i sistemi informatici.

Lo sportello Digitalmentis si trova presso la Casa della Associazioni di Albignasego in Via Fabio Filzi, dove, tutti i lunedì pomeriggio dalle 15 alle 18, è possibile incontrare un esperto capace di rispondere ad ogni tipo di questione “tecnologica”.

Per accedere al servizio, del tutto gratuito per l’utenza, è necessario prenotare chiamando il numero 0498944271 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18.

“Abbiamo deciso – sottolinea il sindaco Filippo Giacinti – di potenziare ulteriormente i servizi a supporto della popolazione meno giovane anche in riferimento alla transizione digitale. L’obiettivo di questo sportello è di rendere autonomi i nostri anziani nella gestione delle pratiche quotidiane ormai sempre più informatizzate”.

Il servizio prevede degli incontri personalizzati in cui l’utente può chiedere supporto all’esperto per le pratiche quotidiane che implicano l’utilizzo di sistemi informatici. Prenotazione di visite mediche, comunicazione con le istituzioni, servizi pubblici digitali, ma anche semplicemente assistenza nella gestione di mail o messaggi whatsapp.

“Per la certificazione di “Comune amico delle famiglie” è stata condotta un’indagine nel territorio che ha fatto emergere come molto spesso il divario digitale è causa di esclusione sociale – precisa Anna Franco, assessore alle politiche sociali – per questo abbiamo deciso di aderire al progetto di Federconsumatori finanziato dalla Regione del Veneto realizzando uno sportello con operatori formati per assistere gli utenti ad alcuni servizi digitali, per non lasciare indietro nessuno”. 

Redazione