Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


Ferrovie, dal 21 maggio più tutele per i diritti dei passeggeri

Il 21 maggio entra in vigore il Decreto Legislativo n° 70 del 17 aprile 2014 che tutelerà ancora di più i diritti dei passeggeri del trasporto ferroviario che, come ricorda Federconsumatori, sono troppo spesso ignorati dalle aziende. Il Decreto prevede un sistema sanzionatorio nei confronti delle imprese di trasporto ferroviario che non ottemperano alle disposizione del Regolamento Europeo.
Il Decreto “Disciplina sanzionatoria per le violazioni delle disposizioni del regolamento (CE) n°1371/2007, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario” prevede severe sanzioni in caso l’azienda non rispetti i diritti dei passeggeri: dalla copertura assicurativa minima per i bagagli alla possibilità di fare il biglietto direttamente sul treno in caso di mancanza di apposite strutture e biglietterie adibite alla vendita. Le aziende ferroviarie saranno severamente sanzionate anche per la carenza di informazioni sulle modalità di indennizzo e risarcimento in caso di ritardi, coincidenze perse e soppressioni. Le sanzioni possono riguardare sia l’offerta nazionale che quella regionale.
Questa nuova situazione normativa costituisce un passo avanti in direzione di una maggiore tutela dei diritti dei passeggeri, specialmente di quelli che devono far fronte a continui disagi e disservizi. L’organismo che dovrà controllare sulla corretta applicazione di tali norme ed erogare le sanzioni sarà l’Autorità di regolazione dei trasporti. Autorità che ci auguriamo si attivi celermente: al momento siamo ancora in attesa di un cenno che ne dimostri l’effettiva operatività. Dalla sua costituzione, infatti, (l’insediamento è avvenuto a settembre 2013) attendiamo ancora la convocazione per un incontro sulla grave situazione del trasporto ferroviario nel nostro Paese. Se tale incontro ancora non è avvenuto non è certo a causa dell’incessante attività dell’Authority, che non ci risulta abbia ancora attuato alcun provvedimento di rilievo.

Mestre, 16 maggio 2014