Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


MiSE: energie rinnovabili, Commissione Ue archivia procedura infrazione

La Commissione europea ha recentemente archiviato la procedura d’infrazione aperta nei confronti dell’Italia per l’asserito mancato recepimento della direttiva europea sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili (direttiva 2009/28/CE). A renderlo noto è il Ministero dello Sviluppo economico, che informa: “Accogliendo le controdeduzioni del Mise, è stato riconosciuto da Bruxelles che l’Italia ha integralmente recepito le disposizioni comunitarie sul sostegno all’incremento della produzione da fonti rinnovabili. Si tratta di misure che consentiranno di raggiungere gli importanti obiettivi di incremento dell’”energia verde” fissati per il 2020”.
In particolare, spiega il Ministero, “con questa archiviazione la Commissione Europea ha convenuto che l’Italia, con il decreto legislativo n. 28 del 2011, ha introdotto misure idonee per sostenere l’aumento della produzione di energia rinnovabile, consentire lo sviluppo delle reti di teleriscaldamento e teleraffreddamento, promuovere l’immissione in commercio dei biocarburanti, semplificare le autorizzazioni, facilitare l’accesso alle informazioni per il pubblico e intensificare i controlli”.

Mestre, 2 maggio 2014