Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


Toyota richiama oltre 6 milioni di auto (26 modelli) per problemi tecnici

Il richiamo di automobili che starebbe per fare Toyota Motor Corp è uno dei più grossi della storia automobilistica: la casa giapponese starebbe per richiamare 6,39 milioni di auto nel mondo coinvolgendo ben 26 diversi modelli, tra cui Yaris, Suv Rav4, Corolla oltre al Pontiac Vibe e Subaru Trezia. Alla base del richiamo ci sarebbero 5 diversi problemi tecnici, anche se non gravi, che riguardano lo sterzo, i sedili, e l’accensione. Alla diffusione della notizia, già ieri, il titolo Toyota ha perso il 3% sulla Borsa di Tokyo. I veicoli sono stati prodotti nell’ultimo decennio. Oltre 1 milione delle vetture coinvolte nel richiamo sarebbe stato venduto in Giappone, due milioni e mezzo negli Stati Uniti, 770 mila in Europa e le altre sono sparse nel mondo. La società dichiara di non essere a conoscenza di incidenti provocati dai difetti riscontrati.
Sempre Toyota, nel 2012, fece un altro mega richiamo di 7,4 milioni di auto, per potenziali rischi di incendio, mentre a febbraio scorso aveva richiamato 1,9 milioni di Prius. A marzo il gruppo automobilistico giapponese aveva accettato di pagare 1,2 miliardi di dollari per il settlement negli Usa dell’inchiesta penale relativa al noto caso dei difetti nel sistema di accelerazione.

Mestre, 11 aprile 2014