Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 Caro scuola: aumentano anche quest’anno i libri di testo

Anche quest’anno si sta verificando un aumento dei libri di testo, da 450 a 486 euro a famiglia; il totale tra corredo scolastico e libri sarà di 918 euro, +4% rispetto al 2009.
A pochi giorni dall'apertura delle scuole le famiglie italiane si ritrovano come ogni anno a far fronte ai costi legati al corredo scolastico, in una situazione di aumento dell’indebitamento, come testimoniato dal rapporto Cgia-associazione artigiani e piccole imprese Mestre, dove emerge che l'indebitamento medio delle famiglie italiane è cresciuto, dal 2002 ad oggi, del 102%.
Secondo il consueto monitoraggio dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, quest’anno, il costo dei materiali scolastici, vedrà aumenti contenuti entro il 4%. In crescita rimangono i prodotti più legati alle serie televisive o ai cartoni animati del momento.
"In questa situazione di difficoltà i genitori non stanno certo rinunciando ad acquistare libri di testo, computer e materiali didattici necessari per i loro ragazzi - sottolinea il presidente regionale di Federconsumatori Veneto Ermes Coletto – per cui niente di nuovo rispetto al passato. Di più c’è la precarietà della situazione della scuola determinata dai provvedimenti del Governo. Di fatto l'anno scolastico si sta aprendo, nell'ottica della "razionalizzazione" con meno scuole, meno docenti, ma più alunni visto che la popolazione scolastica è passata da 7.768.071 del 2008 a 7.804.711 nel 2009. E gli alunni rischiano di essere visti più come un costo che come le reali risorse per rilanciare il futuro del paese. Quando si parla di bisogno di innalzamento della qualità della scuola e sulla necessità di un comune livello di valutazione nazionale, ciò deve andare di pari passo con gli investimenti reali" continua Ermes Coletto che denuncia anche l'aumento delle rette annuali per le scuole paritarie: la differenza per la retta annuale per la scuola dell'infanzia, tra una statale e una paritaria può arrivare al 300%. "Sono dati che devono far riflettere - conclude Coletto - non pensiamo che si possa uscire da questa situazione chiedendo ai genitori di finanziare la scuola pubblica o la scuola paritaria, se sono già in difficoltà nel provvedere alle spese di prima necessità ".

03/09/2010