Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 

PREZZI: L’ANTITRUST AVVIA INDAGINE SULLE SPECULAZIONI LEGATE ALL’EMERGENZA CORONAVIRUS

Grande Distribuzione Organizzata finalmente sotto la lente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in relazione agli aumenti ingiustificati dei prezzi, a più riprese segnalati da quando, ormai quasi tre mesi fa, iniziava l’emergenza legata all’epidemia di Coronavirus.

L’Autorità ha avviato un’indagine, inviando richieste di informazioni a numerosi operatori della GDO per acquisire dati sull’andamento dei prezzi di vendita al dettaglio e di acquisto all’ingrosso, al fine di individuare eventuali fenomeni di sfruttamento dell’emergenza sanitaria a danno del consumatore.

Impulso decisivo è giunto dalle evidenze emerse dai dati Istat, che hanno registrato aumenti anomali dei prezzi nel mese di marzo. I maggiori aumenti, peraltro, sono stati riscontrati fuori dalle “zone rosse”, in aree non interessate da misure rafforzate di contenimento della mobilità.

Non tutti gli aumenti, osserva l’Antitrust, appaiono riconducibili a motivazioni di ordine strutturale, come il maggior peso degli acquisti nei negozi di vicinato, la minore concorrenza tra punti vendita a causa delle limitazioni alla mobilità dei consumatori, le tensioni a livello di offerta causate dal forte aumento della domanda di alcuni beni e dalle limitazioni alla produzione e ai trasporti indotte dalle misure di contenimento dell’epidemia: tali maggiori aumenti, dunque, adombrerebbero anche fenomeni speculativi.

Le richieste di informazioni riguardano oltre 3800 punti vendita di operatori tra i quali si annoverano Carrefour, Lidl, MD, Eurospin, F.lli Arena, Conad; le categorie merceologiche sottoposte a controllo sono: generi alimentari di prima necessità, detergenti, disinfettanti e guanti. 

Proprio i guanti, peraltro, sono stati oggetto di recente segnalazione da parte di Federconsumatori: estendendo l’osservazione alle farmacie e alle vendite online, una confezione di guanti monouso registra rincari, rispettivamente, del 114% e del 575%.

In casi come quelli di disinfettanti e guanti i fenomeni speculativi non sono solo responsabili di danni economici, ma anche di danni alla salute, dal momento che prezzi abnormi dissuadono i cittadini dal dotarsi dei dispositivi necessari a proteggerli dal contagio; le speculazioni nei punti vendita, infine, risulterebbero a maggior ragione intollerabili a fronte delle campagne di comunicazione messe in atto dalla GDO e orientate a rappresentare il rapporto tra operatore e consumatore alla stregua di un patto per fare fronte comune contro l’emergenza, nel segno delle rassicurazioni e di una supposta unità d’intenti.

Venezia, 9 maggio 2020