Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL,, CIA Treviso, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


IL MIGLIOR DISINFETTANTE? ACQUA E SAPONE!

Acqua e sapone il miglior rimedio contro il coronavirus.
Palli Thordarson, Professore di Chimica all’Università del New South Wales, spiega che il sapone è un’arma fondamentale contro i virus, più di qualsiasi disinfettante, se usato correttamente.
il suo meccanismo d’azione si basa principalmente sulla sua composizione: è costituito, infatti, da molecole anfifiliche, ossia dotare di un’estremità idrofila (la testa) e l’altra estremità idrofoba (la coda). Quest’ultima è quella che permette ai comuni saponi di avere un’azione detergente e di eliminare, quindi, i grassi. Secondo l’esperto, il sapone si comporta con il coronavirus un po’ come fa con i grassi: l’estremità idrofoba si fa strada nello strato di lipidi e proteine del virus. E dato che i legami chimici che tengono insieme il virus non sono poi così forti, questa intrusione è sufficiente per disintegrarlo.
Per raggiungere l’obiettivo il sapone ha bisogno di tempo, almeno 20 secondi.
Questo perché la nostra pelle è piena di pieghe dove virus e batteri si “nascondono” e serve del tempo perché il sapone li raggiunga, quindi qualunque sia la formulazione, solido o liquido, disinfettante o no, diamogli un minuto e il sapone farà il suo lavoro.
Solo nell’impossibilità di avere a disposizione acqua e sapone si può utilizzare una soluzione con almeno il 60% di alcool, ma attenzione perché se le mani sono particolarmente sporche il disinfettante non riesce a pulire sufficientemente dal grasso e l’eliminazione dei batteri può risultare solo parziale.
Il modo migliore quindi per prevenire infezioni virali è quello di ricorrere all’acqua e sapone, applicare quest’ultimo con accuratezza e rispettare il tempo necessario, per far sì che le nostre mani siano perfettamente disinfettate.

Venezia, 21 marzo 2020