Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


OPERAZIONE ZOMBI: SEQUESTRATI 475 SITI WEB CHE VENDEVANO MERCE CONTRAFFATTA

Cybersquatting: siti internet non più attivi che, come zombie, riprendono vita ospitando contenuti illeciti e offerte fraudolente.

Prende avvio da questa tecnica diffusa tra i malintenzionati della rete l’ultima grande operazione anticontraffazione messa in atto dalla Guardia di Finanza, conclusasi con il sequestro di 475 siti web utilizzati per commercializzare capi di abbigliamento e calzature contraffatti.

L’operazione “Zombi”, condotta dai Finanzieri del Comando Provinciale di Genova, scaturisce da un’attività ispettiva nei confronti di una società fallita, il cui indirizzo web, all'insaputa dell’azienda stessa, veniva utilizzato per l’allestimento di un negozio online di scarpe contraffatte.

L’azione delle Fiamme Gialle ha portato alla luce la diffusione di un fenomeno che, oltre alla commercializzazione di prodotti contraffatti, può legarsi a una molteplicità di altre truffe informatiche e condotte criminose: dall'estorsione nei confronti degli effettivi titolari del nome utilizzato fino al furto dei dati personali dei malcapitati visitatori.

Il dominio scaduto e non rinnovato viene riportato in vita da chi voglia raggirare la buona fede del consumatore o dell’utente del web, utilizzando lo schermo di un nome non suo: nei casi acclarati dall'operazione “Zombi”, siti inattivi a seguito di fallimenti o trasformazioni sociali venivano riutilizzati, da parte di gestori di negozi on-line ospitati su server stranieri, per aprire spazi virtuali di commercializzazione di prodotti riconducibili ai noti marchi “New Balance”, “Gucci”, “Tod’s”, “Hogan”, “Puma”, “Belstaff”, “Moncler”, “Adidas”, “Geox”, “Nike”, “Converse”.

Fondamentale, ai fini dell’accertamento dell’avvenuta contraffazione delle merci offerte in vendita, e quindi del sequestro e dell’inibizione dei siti, la collaborazione delle Aziende titolari dei relativi marchi, le quali hanno confermato la falsità dei prodotti presenti in quei negozi online, contribuendo in tal modo alla repressione di un ingente giro d’affari illecito.

L’operazione “Zombi”, si legge nel comunicato della GDF, testimonia il costante presidio esercitato sul territorio e in rete, finalizzato a contrastare un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale, in quanto moltiplicatore di illegalità: la contraffazione, infatti, alimenta i circuiti sommersi del lavoro nero, dell’immigrazione clandestina, dell’evasione fiscale e contributiva, del commercio abusivo e del riciclaggio.

Venezia, 19 gennaio 2020