Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

PARTECIPA AL NOSTRO SONDAGGIO SULL'EDUCAZIONE FINANZIARIA

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


COPPETTA MESTRUALE, L’ALTERNATIVA PER IL CICLO

Esiste un’alternativa agli assorbenti per il ciclo mestruale: la coppetta mestruale.

Questo presidio è tutt’oggi poco conosciuto e usato, anche se gli studi fino ad ora condotti ne hanno dimostrato sicurezza e efficacia.

Recentemente una delle più prestigiose riviste mediche, Lancet, ha revisionato 43 ricerche internazionali condotte su 3.300 donne: indagando sicurezza, accettabilità e tenuta, i risultati si sono dimostrati del tutto simili a quelli ottenuti con gli assorbenti sia esterni che interni.

Le donne in età mestruale sono circa due miliardi nel mondo e hanno le mestruazioni per circa 65 giorni all’anno; nonostante ciò, asseriscono i ricercatori, sono pochissimi gli studi scientifici dedicati a questo problema, auspicando ulteriori ricerche indirizzate a migliorare l’accettabilità e la libertà, oltre a ridurre costi ed inquinamento.

Cos’è la coppetta mestruale

Si tratta di un presidio a forma di campana, che va inserito nella vagina con lo scopo di raccogliere il fluido mestruale, che, a differenza degli assorbenti, non assorbe.

È un prodotto che va svuotato ogni 4-12 ore, lavato e sottoposto a cicli di sterilizzazione, utilizzando disinfettanti liquidi quali ipoclorito di sodio; ne esistono di due tipi, la coppetta mestruale vaginale, in silicone medicale, riutilizzabile e che può durare diversi anni, e la cosiddetta coppetta mestruale cervicale che ha forma che ricorda un diaframma contraccettivo ed è un prodotto usa e getta.

Quanto pubblicato sulla rivista “Lancet” dimostra che sette donne su dieci, dopo aver preso confidenza con il presidio, non sono disposte a tornare ai prodotti usati precedentemente, inoltre l’analisi dimostra che non c’è alcun aumento del rischio di infezione rispetto agli assorbenti, né danni ai tessuti o alla flora batterica vaginale.

Una precauzione maggiore la devono avere le donne che fanno uso di contraccettivi intrauterini (spirale) in quanto in alcuni casi la rimozione della coppetta è stata associata allo spostamento del dispositivo.

Anche in relazione al timore di perdite visibili, una delle maggiori preoccupazioni fra le donne e uno dei principali parametri analizzati, è stata dimostrata una sostanziale sovrapponibilità rispetto all’uso degli assorbenti.

Secondo i dati di questa indagine solamente un terzo delle donne conosce questo prodotto e solo pochi siti, anche dedicati, nominano la coppetta mestruale.

I vantaggi di questa scelta sono molteplici e vanno dai costi, una coppetta costa il 90% in meno in confronto a un pacco di assorbenti, alla sostenibilità ambientale: l’uso della coppetta porterebbe ad una diminuzione del consumo di plastica e ovatta.

Fermo restando che ogni donna deve prima di tutto sentirsi bene e a proprio agio sempre e comunque, secondo gli scienziati la coppetta mestruale è un’opzione valida sotto molti punti di vista.

 

Mestre, 5 agosto 2019