Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


CHIAMATE INTERNAZIONALI, BUONE NOTIZIE: DAL 15 MAGGIO IN VIGORE UNA TARIFFA MASSIMA COMUNE PER COMUNICARE IN UE

È in vigore da oggi una nuova tariffa massima per tutte le chiamate internazionali e i messaggi di testo (SMS) all'interno dell'Unione Europea.

I consumatori che effettuano chiamate dal loro paese verso un altro paese dell'UE pagheranno un importo massimo di 19 centesimi (+IVA) al minuto e di 6 centesimi (+IVA) per SMS.

I nuovi massimali fanno seguito all'abolizione delle tariffe di roaming del giugno 2017 e rientrano nella strategia dell’Unione che, tramite la revisione delle norme in materia di telecomunicazioni, mira a rafforzare il coordinamento delle comunicazioni elettroniche a livello europeo.

Le nuove norme per le chiamate internazionali cancellano le grandi differenze di prezzo che esistevano in precedenza fra gli Stati membri. Il prezzo di una chiamata intra-UE era in media il triplo, ma in alcuni casi poteva essere fino a dieci volte superiore rispetto al prezzo standard delle chiamate nazionali. Un messaggio SMS intra-UE, invece, raggiungeva in media costi due volte superiori a quelli di un SMS nazionale.

Grande la soddisfazione manifestata dalle istituzioni europee: secondo Andrus Ansip, Vicepresidente responsabile per il Mercato Unico Digitale, ‹‹i massimali previsti per le chiamate all'interno dell'UE costituiscono un esempio concreto di come il mercato unico digitale incida nella vita quotidiana delle persone››.

In effetti, un’indagine Eurobarometro sulle chiamate internazionali, pubblicata lo scorso aprile, mette in luce come quattro intervistati su dieci (42%) abbiano contattato qualcuno in un altro paese dell'UE nel corso del mese precedente; il 26% degli intervistati ha affermato di essersi avvalso, per effettuare il contatto, del telefono fisso, del cellulare o degli SMS. 

Le norme riguardano l’utilizzo personale, vale a dire i clienti privati non commerciali, e si applicheranno in tutti i ventotto Stati Membri a partire da oggi ma, presto, si estenderanno anche a Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

 

Mestre, 15 maggio 2019