Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


FONDO INDENNIZZO RISPARMIATORI: NUOVO NULLA DI FATTO DOPO LE PROMESSE DEGLI ULTIMI GIORNI

Nuova fumata nera per il decreto relativo ai rimborsi per i risparmiatori truffati!

Gli impegni assunti dal Presidente del Consiglio Conte e dal Ministro dell’Economia e delle Finanze Tria nella riunione con le associazioni di consumatori e risparmiatori dell’8 aprile rimangono ancora oggi solo parole, vuote promesse, per, pare, questioni di natura tecnica.

Il Consiglio dei Ministri riunitosi nella sera del 9 aprile, che avrebbe dovuto approvare il tanto atteso Decreto contenente la disciplina del Fondo di Ristoro per i Risparmiatori (FIR), non è giunto alla definizione di alcuna misura a riguardo, né è seguito alcun chiarimento sulle ragioni dell’ennesimo nulla di fatto.

Basta con i rinvii, basta perder tempo: migliaia di persone e famiglie attendono da anni di poter riavere parte dei loro risparmi, parte della loro vita!

Richiamando nuovamente il Governo alla propria responsabilità nei confronti dei risparmiatori e sulla base di quanto espressamente proclamato all'art. 5 del contratto del Governo del Cambiamento, a pochi giorni dai nostri presidi e dalla consegna del nostro messaggio alle Prefetture di Vicenza e Treviso, torniamo nuovamente ad esortare l'Esecutivo a passare al più presto dalle parole ai fatti.

 

Mestre, 10 aprile 2019