Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 

Polizze finanziamenti: diritto ai rimborsi

In caso di estinzione anticipata o di trasferimento del mutuo o del finanziamento l’impresa deve restituire al debitore/assicurato la parte di premio pagato e non goduto (art. 39 del Regolamento n. 41/2018).
Il rimborso viene calcolato:
⭕️per il premio puro, in funzione degli anni e frazione di anno mancanti alla scadenza della copertura nonché del capitale assicurato residuo;
⭕️per i caricamenti, in proporzione agli anni e frazione di anno mancanti alla scadenza della copertura.
Per le assicurazioni vita le condizioni contrattuali prevedono che:
⭕️il premio puro da restituire sia determinato in base agli anni e frazioni di anno mancanti alla scadenza della copertura nonché del capitale assicurato residuo;
⭕️la quota dei caricamenti da rimborsare sia calcolata in proporzione agli anni e frazione di anno mancanti alla scadenza del contratto assicurativo.

A seguito di molti reclami ricevuti l'Ivass ha effettuato una ricognizione facendo emergere la presenza di criticità non solo nelle procedure di calcolo del premio non goduto da restituire ma anche nel livello di trasparenza verso gli assicurati: le formule in concreto utilizzate, molto diverse tra imprese, non sempre sono risultate in linea con l'art. 39 del Regolamento n. 41/2018 e non sempre hanno considerato l’effettivo debito residuo per la parte relativa al premio puro da restituire.
Si tratta molto spesso di formule approssimate che, non conformi ai criteri regolamentari né coerenti con le stesse condizioni contrattuali, determinano una penalizzazione per il contraente.
Per tale motivo già a dicembre 2018 l'Ivass ha inviato a tutte le imprese di assicurazione e alle banche/intermediari finanziari l'invito alla verifica ed alla modifica delle condizioni contrattuali con l'introduzione non solo di esempi illustrativi chiari per i contraenti, ma soprattutto dell'applicazione di una formula che tenga conto, per la parte di premio puro delle garanzie vita da rimborsare, della durata residua e dell’effettivo rapporto tra il debito residuo e il debito originario alla data di estinzione anticipata del finanziamento (stessi criteri valgono per le assicurazioni danni ove le prestazioni prevedano il rimborso del debito residuo
alla data dell’evento assicurato).
Tale adeguamento non riguarda le imprese che hanno sempre applicato il criterio proporzionale (c.d. pro rata temporis),in quanto più favorevole 

Mestre, 18 gennaio 2019