Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


TAR CONSENTE A RYANAIR  SOVRAPPREZZO SU BAGAGLI: NUOVO SMACCO PER I VIAGGIATORI

Punto a favore di Ryanair nella contesa sulla nuova policy bagagli, che prevede il pagamento di un supplemento per il bagaglio a mano di dimensioni eccedenti cm 40 x 20 x 25. 
La decisione del TAR del 21 novembre consente alla compagnia aerea di continuare ad applicare il sovrapprezzo, in attesa del giudizio sul provvedimento con il quale l’Antitrust ne aveva imposto lo stop immediato.
La nuova policy bagagli, annunciata da Ryanair lo scorso agosto, era finita subito sotto esame da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato: la richiesta di un pagamento ulteriore per tale servizio, considerato non come un optional, bensì come elemento essenziale dell’offerta, potrebbe dare una falsa rappresentazione del reale costo del biglietto. In questi termini lo scorporo dalla tariffa base di tale, prevedibile onere, rappresenterebbe un’azione scorretta e ingannevole, inducendo in errore il consumatore sul prezzo del servizio offerto e non consentendogli di comparare le tariffe proposte dagli altri vettori. 
Su questi elementi l’Autorità ha avviato un’istruttoria approfondita, provvedendo nel frattempo a disporre la sospensione dell’applicazione del sovrapprezzo per evitare un grave pregiudizio per i consumatori.
Ryanair ha reagito impugnando il provvedimento e chiedendone la sospensione: su questa richiesta si è espressa l’ordinanza del 21 novembre, che ha accolto la richiesta di sospensione e fissato l’udienza per la trattazione di merito per il 27 febbraio.
Sulla questione sono state dunque ad oggi pronunciate, sia dall'autorità amministrativa che da quella giudiziaria, solamente valutazioni sommarie volte a tutelare gli interessati da eventuali rischi: da ultimo, quella del giudice amministrativo dà peso all'interesse di Ryanair a mantenere la propria policy, anche tenendo conto del pericolo, altrimenti, di “creare disorientamento negli stessi consumatori”.
Dato che le decisioni effettivamente dirimenti sono ancora a venire, consigliamo a tutti coloro che viaggiano con Ryanair di CONSERVARE I BIGLIETTI E LE RICEVUTE DI PAGAMENTO: le ragioni dei consumatori potrebbero alla fine trovare riconoscimento anche nella forma del rimborso di quanto illecitamente richiesto.

 

29/11/2018