Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Agcom: sanzioni a Tim e Windtre per violazioni delle regole di trasparenza dell'offerta

Due ordinanze pubblicate dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni il 4 ottobre scorso hanno riscontrato violazioni degli obblighi informativi nei siti web aziendali degli operatori telefonici Tim e Wind Tre e condannato di conseguenza le due società, rispettivamente al pagamento di una somma pari a 87.000 e 348.000 euro.

L’attività di vigilanza, predisposta da AGCOM per garantire la trasparenza e la comparabilità delle condizioni economiche dell’offerta dei servizi di comunicazione elettronica, ha accertato omissioni informative nelle pagine intitolate alla trasparenza tariffaria delle offerte commerciali di Tim, presenti nei siti www.tim.it e www.impresasemplice.it, e di Wind Tre, di cui ai siti www.wind.it, www.windtrebusiness.it e www.tre.it.
La consultazione di questi siti web, effettuata dall’Autorità nel marzo 2018, ha rivelato lacune nella presentazione delle offerte sotto molteplici profili: pagine dedicate alla trasparenza tariffaria non immediatamente raggiungibili dalla home page e prive delle offerte vigenti non più sottoscrivibili, prospetti informativi di opzioni e promozioni relative a singole offerte non accessibili, condizioni economiche presentate in modo non chiaro e mancanti delle prescritte voci di dettaglio in relazione ai costi di attivazione e disattivazione/recesso e dovuti per il traffico extra rispetto alla soglia dati stabilita.

La chiara e completa diffusione delle informazioni tariffarie è funzionale alla piena conoscenza delle condizioni dei servizi offerti dai diversi operatori presenti sul mercato ed è quindi indispensabile per favorire al massimo grado la comparabilità tra le diverse offerte: si tratta dunque di garantire agli utenti la possibilità di sapersi orientare nel mercato e di operare scelte ponderate e consapevoli.

Ecco perché l’Autorità Garante per le Comunicazioni interviene sugli specifici obblighi di trasparenza e pubblicazione delle informazioni relative alle offerte tariffarie che ciascun operatore è tenuto a rendere, disciplinandoli in modo dettagliato e vigilando poi sull’osservanza degli stessi. In particolare, il parametro per la valutazione del rispetto di questi obblighi è costituito dall’articolo 4, comma 1, della delibera Agcom n. 252/16/CONS, dove si prevede che i siti web degli operatori presentino una sezione specificamente denominata “Trasparenza tariffaria”, accessibile dalla home page, nella quale siano consultabili le informazioni relative alle offerte tariffarie, incluse condizioni contrattuali applicabili, eventuali costi di attivazione o disattivazione e uno schema grafico in forma tabellare che mostri in dettaglio tutte le condizioni economiche dell’offerta.

Solo seguendo queste indicazioni si assicura un adeguato accesso ad informazioni trasparenti, comparabili, adeguate ed aggiornate: in caso contrario, l’attività di vigilanza di AGCOM non può che condurre all’accertamento di violazioni dei diritti degli utenti finali e tradursi in sanzioni amministrative per gli operatori di telefonia responsabili.