Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


FONDO DI RISTORO AZIONISTI: LA PAROLA D'ORDINE E' FARE PRESTO

Dopo l’approvazione della Legge di Stabilità LEGGE 27 dicembre 2017, n. 205 si attendeva con ansia e trepidazione l’emanazione dell’apposito decreto attuativo che desse vita finalmente al Fondo di Ristoro rivolto agli azionisti delle quattro banche del Centro Italia (Marche, Etruria, Ferrara, Chieti) e delle due popolari di Vicenza e Veneto banca. 
Il tempo è passato, la situazione per molti risparmiatori è andata purtroppo via via peggiorando mentre, in tempo di campagna elettorale, le forze ora al Governo promettevano risarcimenti a pioggia dei quali ad oggi non si è vista nemmeno una briciola…. 
Federconsumatori ha continuato nel tempo a chiedere l’attivazione del Fondo proprio per poter dare una risposta concreta e tangibile alle migliaia di cittadini depauperati, rovinati dallo scellerato agire dei vertici dei 6 istituti di credito che negli anni hanno approfittato del rapporto di fiducia che legava il risparmiatore alla propria Banca del territorio, portando a terribili ed insostenibili condizioni il tessuto economico sociale di gran parte d’Italia.
Contro l’operato di chi ha da sempre minato il Fondo che dal nostro punto di vista rappresenta uno strumento necessario pronto e di immediata attuabilità, non per questo privo di lacune/distorsioni superabili con lo stesso decreto attuativo, abbiamo in tutta Italia portato avanti la richiesta di iniziare a ristorare i risparmiatori.
Dopo l’incontro al MEF del 24/07/2018 con i sottosegretari Bitonci e Villarosa che si è concluso ancora una volta con un nulla di fatto, dopo le preoccupanti dichiarazioni di Bitonci circa la probabilità di voler riscrivere ex novo una legge per il risarcimento degli azionisti anziché utilizzare quella già esistente ed apportarle le opportune modifiche, apprendiamo oggi da alcuni quotidiani la notizia secondo la quale venerdì 3 agosto è stato approvato un emendamento in commissione parlamentare che obbliga l’esecutivo a dare attuazione concreta al fondo da 100 milioni stanziato nel dicembre 2017. L’emendamento stabilisce il 31 ottobre 2018 come data ultima per attuare la legge. L'emendamento, presentato dal PD, a prima del senatore Ferrazzi, è stato approvato dal Senato.. cosa ne penserà la Camera?
Un elemento rimane certo: ADESSO E’ IL MOMENTO DI AGIRE, DARE IL VIA AI RISTORI PER I RISPARMIATORI, sulla scorta di quanto sta già avvenendo in questi giorni per molti obbligazionisti che grazie all’Anac stanno iniziando a ricevere i rimborsi.

Venezia, 06/08/2018