Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Iva sulla Tia: ulteriore vittoria di Federconsumatori contro Veritas. Vinto anche il ricorso in appello

Il 9 maggioè stata pubblicata la sentenza n. 1015/2018 attraverso la quale il Giudice d’appello dott.ssa Ramon si è pronunciata favorevolmente nei confronti dei 9 utenti convenuti da Veritas S.p.A. appellatasi alla precedente sentenza del GdP di Venezia n. 511/2016; tale sentenza di primo grado aveva riconosciuto il pagamento a favore degli utenti ricorrenti da parte di Veritas per somme comprese tra € 185,00 e € 633,64 oltre interessi legali e la condanna al rimborso delle spese di lite e compensi professionali.

La causa pilota promossa nel 2014 da Federconsumatori Venezia per il tramite dei propri legali Avv. Marco Barbieri e Avv. Gianbattista Causin aveva lo scopo di confermare quanto stabilito dalle note sentenze (Corte costituzionale n. 238/2009 e ordinanza n. 300/2009 conferma della Cassazione civile, Sez. V, n. 3756/2012 e Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione sentenza n. 5078/2016): la TIA ha natura propriamente tributaria e pertanto non è assoggettabile ad IVA; si chiedeva pertanto a Veritas di dar seguito alle richieste in precedenza avanzate dagli utenti di vedersi restituite le somme versate, e non dovute, a tale titolo.

Il Giudice di primo grado aveva dato ragione agli utenti, condannando inoltre Veritas al pagamento delle spese di procedimento oltre rimborso forfettario e accessori di legge.

Con appello, che ci permettiamo di ritenere “temerario” considerando che non sono poche le sentenze di condanna in primo grado contro Veritas, così pure le sentenze di appello e in Cassazione, Veritas si è opposta con esito nuovamente a lei sfavorevole e, per il principio della soccombenza, nuova condanna alle spese.

Già tempo addietro la nostra Associazione si è spesa nei confronti di Veritas non solo per ottenere il rimborso per tutti gli utenti ma anche, e soprattutto, per trovare accordi transattivi per i contenziosi: considerato il mancato accoglimento delle nostre precedenti richieste, nonché la pendenza di ulteriore processo di appello relativo all’altra causa pilota, non stupirebbe il ricevere la citazione per ricorso alla Corte Costituzionale promosso, ancora una volta, da Veritas.

Un ultimo quesito perciò continuiamo a porci e porre a Veritas: perché fintanto che l’erario non restituirà, se mai lo farà, l’iva versata alla società e necessaria per procedere al rimborso automatico per tutti gli utenti, Veritas non abbandona il contenzioso annullando così gli inutili costi per le spese di lite che si trova condannata a pagare utilizzando i soldi, lo ricordiamo, versati da tutti gli utenti?

Mestre, 17 maggio 2018