Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

PARTECIPA AL NOSTRO SONDAGGIO SULL'EDUCAZIONE FINANZIARIA

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Federconsumatori Veneto: “E-commerce e fenomeni di contraffazione…” un nuovo progetto a tutela del consumatore

Dal 13 febbraio ogni martedì dalle ore 9:00 alle ore 16:00, sulla pagina Facebook di Federconsumatori Veneto, sarà a disposizione un servizio di “live chat” grazie al quale i nostri esperti forniranno risposte in tempo reale in merito alle varie problematiche riscontrate dai consumatori nel mondo degli acquisti, e in particolar modo quelle legate al mondo degli acquisti on line.

A partire dalla fine degli anni ’90 il mercato del commercio telematico ha visto una crescita costante, in particolar modo nell’ultimo ventennio. Secondo il rapporto ISTAT “Cittadini, Imprese e ICT” pubblicato il 21 dicembre 2016, è aumentata dal 48,7% al 50,5% la quota di individui di 15 anni e più che hanno navigato in Internet e effettuato acquisti online nei tre mesi precedenti l’intervista.

In particolare, negli ultimi tre mesi del 2016 il 28,7% ha ordinato o comprato merci o servizi, il 12,0% nel corso dell’anno e il 9,7% più di un anno prima. In particolare, è rilevante sottolineare come nel campione analizzato da ISTAT siano i cittadini del Nord Est a usufruire maggiormente del mezzo telematico per l’acquisto di beni e servizi, con un picco nella popolazione tra i 20 e i 34 anni.

La questione è complessa: se da un lato l’e-commerce può essere uno stimolo, garantendo maggiore disponibilità, varietà e accessibilità a beni e servizi per il consumatore, dall’altro c’è poca consapevolezza sui diritti di chi acquista on-line e su come evitare truffe e raggiri.

Risulta evidente, quindi, considerata la crescita costante di questo mercato, come la promozione di una reale consapevolezza da parte del consumatore nell’ambito dell’acquisto di beni e servizi in via telematica sia fondamentale per garantire benefici alla cittadinanza in toto, anche.

Particolarmente delicata è la questione degli acquisti on-line di farmaci senza obbligo di ricetta, per i quali il pericolo di sofisticazioni ha l’aggravio di rappresentare un possibile rischio per la salute pubblica.

Di recente, anche alcune compagnie di telefonia e alcune compagnie energetiche presenti sul territorio nazionale hanno mostrato interesse sulla possibilità di sottoscrivere contratti tramite piattaforme di acquisto su internet; l’informatizzazione nell’erogazione di alcuni servizi, come quelli bancari e assicurativi, rappresenta ormai una realtà diffusa e concreta: purtroppo però solo tre cittadini su dieci dichiarano di essere utenti informatici esperti. Questo divario tra competenze informatiche e crescita rapida e costante dei servizi erogati in via telematica rende sempre più pressante la necessità di strutture di supporto e di consulenza a sostegno del cittadino nell’esecuzione di procedure on-line.

Il progetto di Federconsumatori, promosso dalla Regione Veneto, sarà quindi realizzato attraverso un’attività di educazione e di sensibilizzazione che si attuerà attraverso incontri aperti alla cittadinanza. Tali incontri, che verranno realizzati presso ogni Città Metropolitana, in particolar modo in collaborazione con gli istituti scolastici (medie e/o superiori), riguarderanno l’acquisto di beni, con attenzione soprattutto ai prodotti reclamizzati su social network e piattaforme correlate. Tutto questo, in particolare, in funzione della lotta alle sofisticazioni e al falso e ai diritti dei consumatori utenti così come previsto dalle norme vigenti (codice del consumo e direttive europee). Per questo motivo le Forze dell’Ordine e Polizie Locali collaboreranno con Federconsumatori Veneto e parteciperanno ai vari incontri.

 

Mestre, 6 febbraio 2017