Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Telefonia: TIM la fatturazione torna ai 30gg… aumentano le tariffe del +8,6%

All’indomani delle disposizioni definite nel DL Fisco che riportano la fatturazione su base mensile, Tim ha deciso comunque di non rinunciare al maggiore guadagno permesso dalla fatturazione a 28 giorni. Ecco perché, in questi giorni, stanno iniziando ad arrivare da Tim comunicazioni che, attraverso il solito insopportabile metodo della modifica unilaterale del contratto, aumentano le tariffe, guarda caso, proprio dell’8,6%.

Staremo a vedere cosa faranno ora gli altri operatori, auspicando che non si profili l’effetto “trascinamento” - in questo caso della compagni più “grande” verso le altre -  che ci costringerebbe ad intervenire attraverso una pronta segnalazione all’Antitrust.

Intanto, ai cittadini interessati dagli aumenti di Tim, non possiamo che

  • ricordare che possono avvalersi del diritto di recesso da esercitarsi entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione di Tim e
  • consigliare di rivolgersi alle offerte più convenienti presenti sul mercato.

Purtroppo, fino a quando non verrà predisposta una normativa più stringente e severa per circoscrivere i casi in cui gli operatori possono procedere a delle modifiche unilaterali del contratto, i cittadini non avranno altra scelta che rivolgersi alle offerte di altri operatori, sempre a patto che l’operatore fornisca comunicazione di tali modifiche nei tempi dovuti.

La Federconsumatori si impegna a monitorare i comportamenti di tutti gli operatori in vista dell’adeguamento al ritorno della fatturazione su base mensile.

Inoltre solleciteremo il Parlamento e Autorità nell’ambito della riscrittura del Codice delle Comunicazioni Elettroniche al fine di adottare misure urgenti per circoscrivere l’ormai frequente ed insostenibile pratica della modifica unilaterale del contratto.

Mestre, 22 dicembre 2017