Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Appello al Ministero della salute: la pillola dei 5 giorni dopo sia obbligatoria in tutte le farmacie

Secondo la legge vigente: Art. 123, lett. a del Testo Unico delle Leggi Sanitarie (TULS) approvato con R.D. 27 luglio 1934, n. 1265; art. 34 del Regolamento per il Servizio Farmaceutico approvato con R.D. 30 settembre 1938, n. 1706. “Le farmacie sono obbligate ad essere provviste dei medicamenti indicati nella presente tabella nei quantitativi ritenuti sufficienti al regolare espletamento del loro servizio e nelle forme - salvo diverse specificazioni nell'elenco - e nei dosaggi rispondenti alle abituali esigenze terapeutiche, nonché nei confezionamenti più idonei alla loro conservazione e al loro pratico impiego. Per le basi e gli acidi liberi, l'obbligo è soddisfatto anche con la detenzione di un loro sale”. Questa legge è regolamentata da alcune circolari che contengono l’elenco di questi farmaci e vengono periodicamente riviste.

L’ultimo aggiornamento risale al 2014, la Società Medica Italiana per la Contraccezione (SMIC) lancia un appello al Ministero della Salute, che anche Federconsumatori  volentieri condivide, per un aggiornamento delle sostanze immesse, chiedendo l’immissione anche di Ella One il cui principio attivo è ulipristal “la Pillola dei 5 giorni dopo”. Questa pillola se assunta entro 120 ore dopo un rapporto sessuale non protetto impedisce l’instaurarsi di una gravidanza indesiderata.   

Durante la relazione annuale al parlamento della Ministra Lorenzin sulla legge 194, è stato riconosciuto che questo farmaco ha avuto un merito significativo nella forte riduzione delle interruzioni volontarie di gravidanza (IVG) nel 2015.

L’aggiornamento del 2014 prevede che nelle farmacie sia presente un contraccettivo qualsiasi senza distinzione tra i contraccettivi che si possono assumere quotidianamente per la prevenzione delle gravidanze e quelli invece che devono essere assunti in caso di fallimento del metodo contraccettivo utilizzato (rottura del preservativo, dimenticanza dell’assunzione della pillola ecc.) o nel caso di rapporto sessuale non protetto.

La richiesta di rendere obbligatoria la presenza di Ella One nelle farmacie è sostenuta anche dal fatto che questi farmaci non hanno più obbligo della ricetta per le donne maggiorenni.

È importante, nell’ auspicabile impegno di voler ridurre le IVG, che questo farmaco sia disponibile in tutte le farmacie senza costringere le donne ad assurde ed affannose ricerche.

Mestre, 30 dicembre 2016