Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Equitalia:  novità sulla rottamazione delle cartelle, 5 rate e debiti 2016 inclusi

Più tempo per pagare le rate della rottamazione delle cartelle che viene estesa anche al 2016. Le rate passano da 4 a 5, a condizione che le prime tre vengano pagate entro il 2017 per almeno il 70% del dovuto, e le altre due entro settembre del 2018.  Con le scadenze fiscali di giugno d’ora in poi in due tranche: il pagamento di Irpef, Irap e Ires dovrà essere effettuato entro il 30 giugno mentre il pagamento di Imu e Tasi resta al 16 giugno. Lo prevedono due distinti emendamenti al decreto fiscale approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, che dovrebbero concludere l’esame del provvedimento in vista della discussione fissata in Aula a partire da lunedì prossimo (con il primo sì atteso per il giorno successivo con la fiducia).

Le novità sulla rottamazione delle cartelle introdotte con l'emendamento al dl fiscale approvato alla Camera, che estende la definizione agevolata anche al 2016, determineranno maggiori entrate pari a 1,4 miliardi di euro in due anni: 300 milioni nel 2017 e 1,1 miliardi nel 2018. Lo si legge nella relazione tecnica all'emendamento dei relatori. I maggiori incassi saranno assorbiti nel Fondo per le esigenze indifferibili del Mef. Il decreto prevedeva inizialmente un gettito di 2 miliardi.

Marcia indietro invece sulla norma che consente di estinguere i pignoramenti dei beni pagando la prima o unica rata delle somme dovute per la rottamazione delle cartelle esattoriali. La modifica al decreto legge fiscale approvata nelle scorse ora dalle commissioni Bilancio e Finanze della Camera è stata cancellata. Il decreto nel testo originale prevedeva solo la sospensione e non l'estinzione dei pignoramenti.

Mestre, 11 novembre 2016