Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


Controlli sulle caldaie: periodicità controllo efficienza energetica e sanzioni

Con l’arrivo dell’autunno sono molte le famiglie che si apprestano a riattivare i riscaldamenti delle abitazioni e che, di conseguenza, devono affrontare il problema della manutenzione e dei controlli di efficienza energetica delle caldaie. A tale proposito è utile ricordare cosa prevedono le normative vigenti in materia.

Secondo la legge nazionale, il controllo efficienza energetica (quello cioè sui fumi di scarico, al termine del quale viene rilasciato il cosiddetto “bollino”) deve essere effettuato ogni 4 anni per le caldaie a gas e ogni 2 per le caldaie a combustibile liquido o solido. Il costo del controllo dovrebbe orientativamente aggirarsi sui 20 euro. Precisiamo, comunque, che alcune regioni hanno promulgato norme specifiche in materia, pertanto è opportuno informarsi su eventuali regolamenti emessi dagli enti locali nella propria zona di residenza. La Regione Veneto non ha ancora emanato alcuna norma specifica, motivo per cui rimane vigente la normativa nazionale rappresentata dal DPR 74/2013.

Al termine del controllo al cliente dovrà essere rilasciato un report, redatto in tre copie: una per il tecnico, una per l’utente e una che il manutentore invierà all’Autorità competente per le ispezioni. Gli enti competenti (i Comuni con più di 40.000 abitanti oppure le Province) possono effettuare ispezioni a campione per accertare l’avvenuta verifica dell’efficienza energetica dell’impianto.

Il sopralluogo dovrà essere anticipato da una comunicazione ufficiale e, qualora l’ispettore accerti l’assenza del bollino di efficienza energetica, dovrà essere l’utente a sostenere i costi del controllo effettuato. Per quanto riguarda invece la manutenzione ordinaria, la cadenza dei controlli è indicata sul libretto di istruzioni o in un documento redatto ad hoc dall’azienda che si è occupata dell’installazione. Una volta concluso l’intervento (che dovrebbe costare tra gli 80 e i 100 euro), il tecnico deve rilasciare un report da inserire nel libretto. In questo caso le sanzioni per i trasgressori vanno dai 500 ai 3.000 euro.

Mestre, 28 ottobre 2016