Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Salute: attenzione anche l’estate nasconde le sue insidie

D’estate normalmente ci si reca meno dal medico, il merito decisamente è da imputare al clima, alla dieta ricca di frutta e verdura e ad una maggiore attività fisica all’aria aperta. Con conseguente stimolo al nostro sistema immunitario. In questa stagione vi è una notevole riduzione delle malattie di origine virale e batterica (influenze e raffreddori ecc.) ma come si dice stagione che arriva malattie che porta.

Così gli esperti di WAidid (Associazione Mondiale per le Malattie infettive e i Disordini Immunologici) hanno stilato una lista delle più comuni malattie estive dove il posto d’onore spreta alle infezioni cutanee.

La più diffusa al mare è l’impetigine che colpisce maggiormente i bambini sotto i 10 anni, causa piccole macchie rossastre con formazione di vescicole che regrediscono dopo 4-8 giorni. Questa infezione di solito benigna si combatte con l’uso di antibiotici e antisettici topici e solo nei casi più gravi dietro prescrizione medica con antibiotici sistemici. La prevenzione ha delle regole abbastanza intuitive, lavarsi moto bene dopo ogni bagno per togliere i residui di acqua salata e non grattarsi in caso di punture di insetti.

Al secondo posto ci sono i disturbi gastrointestinali molto comuni nei bambini sotto i tre anni, ma presenti a qualsiasi età. Normalmente veicolati da cibi mal cotti o mal conservati, addirittura guasti. Altre volte possono essere imputati anche a fattori “ambientali” come piscine mal gestite e non sufficientemente pulite o mare inquinato. Possono avere conseguenze anche gravi e richiedere il ricovero ospedaliero. Per compensare un’eventuale perdita di liquidi è importante la reidratazione per via orale. Vanno, però, evitate le bibite ad alto contenuto di zucchero come i succhi di frutta confezionati che potrebbero aggravare la diarrea. È raccomandabile poi non smettere di mangiare, meglio se leggero, in pasti piccoli e frazionati (es. 6 pasti al giorno).

Specialmente nelle piscine sono sempre in agguato i funghi i quali possono produrre eritemi e desquamazioni, ma anche sintomatologie più gravi. Sono infezioni a volte molto fastidiose e si combattono con antimicotici. Per evitare questo tipo di infezioni è di prassi una corretta igiene che prevede l’uso di ciabattine negli ambienti comuni specialmente in piscina e nelle docce, l’utilizzo di teli personali anche da stendere su sedie, lettini o sulla terra/sabbia.

Altra seccatura del periodo estivo possono essere le punture di insetti: api e vespidi, causano reazioni che variano da una semplice eruzione pomfoide ad un quadro di shock anafilattico che, sebbene raro, può mettere il soggetto in serio pericolo di vita. Altre punture di insetto, ad esempio quelle delle zanzare, devono comunque essere tenute in seria considerazione: in particolare le zanzare possono trasmettere malattie anche molto importanti come la febbre di dengue, chikungunya o il virus Zika che nonostante i nomi esotici sono presenti anche nel nostro paese. Per la prevenzione si consiglia l’uso di zanzariere e repellenti soprattutto quando non si è sufficientemente vestiti.

Ancora tipico per questa stagione sono le ulcerazioni da meduse, possiamo combatterle con semplici accorgimenti: lavare molto bene con acqua di mare non utilizzate mai acqua dolce, utilizzate del bicarbonato sulla parte lesa, non agitarsi e non usare creme antistaminiche o cortisoniche, non esporsi al sole per qualche giorno, solo in caso di eritema diffuso o difficoltà di respirazione rivolgersi al pronto soccorso.

Infine i malanni tipici dell’estate, i colpi di sole e di calore.  molto esposti sono bambini ed anziani, per tutti è consigliabile non esporsi al sole nelle ore più calde, portare cappelli, se si avverte malessere entrare subito in ambienti rinfrescati, bere molto almeno due litri al giorno ed evitare bibite gassate e alcolici.

Mestre, 25 agosto 2016