Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Restituzione dell'Iva sulla Tia: Federconsumatori e Adiconsum rispondono a Veritas

Recentemente il dott. Andrea Razzini, AD di Veritas, si è appellato alla associazioni dei consumatori affinchè intervengano nei confronti del Ministero delle Finanze al fine d'ottenere l'atteso provvedimento che sblocchi la situazione e permetta finalmente la restituzione dell'IVA sulla TIA.

Non abbiamo difficoltà ad accogliere l'appello e ad attivarci in rappresentanza degli utenti veneziani.

Ricordiamo che Federconsumatori e Adiconsum sono da sempre in prima linea sulla vicenda,  aperta e sostenuta in tutte le sedi.

Il pronunciamento della Corte Costituzionale, le cause vinte e da ultimo la sentenza della Cassazione a sezioni riunite,  riconoscono, senza possibilità di dubbio, la correttezza della nostra richiesta di rimborso dell'IVA ai consumatori/utenti.

Comprendiamo le preoccupazioni di Veritas relativamente al fatto che l'IVA incassata è stata  inviata all'Agenzia delle Entrate e non è nelle disponibilità aziendali.

È ragionevole, quindi, che Veritas, chieda, al Ministero dell'Economia e Finanze, di essere messa nelle condizioni di poter dar corso al rimborso senza compromettere la stabilità economica dell'Azienda veneziana.

È per questo motivo che Federconsumatori e Adiconsum di Venezia insisteranno - anche per il tramite delle rispettive strutture nazionali - perchè ciò avvenga e non ci si costringa al ricorso all'autorità giudiziaria.

In ogni caso - pur prendendo atto positivamente delle dichiarazioni dell'AD Razzini circa la volontà di restituire quanto illegittimamente incassato - invitiamo i nostri associati e gli utenti veneziani tutti a continuare ad inviare a Veritas – anche nostro tramite - la richiesta di rimborso anche ai fini d'interrompere i termini di prescrizione del credito.

Su quest'ultima questione, abbiamo preso atto con soddisfazione che Veritas ha più volte dichiarato che provvederà , laddove le modalità ministeriali lo permettano,  alla restituzione dell'IVA a tutti gli utenti, a prescindere dall'invio della lettera di richiesta.

Ci auguriamo che al più presto si ponga fine ad una vicenda che si è trascinata per troppo tempo e che meritava e merita una maggiore attenzione da parte delle forze poliche e dei parlamentari locali che continueremo ad interessare.

Mestre, 13 maggio 2016