Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Pasqua: aumenti moderati e consumi ancora in calo

La Pasqua si avvicina e, come ogni anno, l'Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha monitorato i prezzi relativi ai prodotti tipici di tale festività.

Si registra un aumento moderato, mediamente pari al +0,6%.

Aumento che riguarda soprattutto le colombe (il cui prezzo cresce rispetto al 2015 del +1,8%), della carne (+1,1%) e delle uova di cioccolato (+0,6%).

Queste ultime, destinate soprattutto ai bambini, continuano ed essere acquistate; per la colomba, la pizza pasquale, la pastiera, i dolci campanari e tutte le specialità della Pasqua, invece, prende sempre più piede l'abitudine di preparare le ricette in casa. Su internet spopolano le ricette più svariate, per dare sfogo alla propria creatività risparmiando.

Anche alla luce di queste nuove abitudini, si prospetta, anche quest'anno, una contrazione dei consumi relativi ai prodotti pasquali di circa il -2% rispetto al 2015.

I Consigli di Federconsumatori per risparmiare: 

  • Prima di tutto non bisogna lasciarsi prendere dall’entusiasmo, carte colorate e confezioni accattivanti sono studiate appositamente per attirare l’attenzione, ma non sempre sono all’altezza del prezzo e del contenuto.  
  • Nel compilare la lista dei prodotti da acquistare per il menu di Pasqua, predisponete un budget per la spesa.
  • Non esagerate con gli acquisti. Sistematicamente, dopo ogni festività, molti prodotti finiscono nella spazzatura quasi integri.
  • Approfittate delle offerte applicate nei diversi punti vendita: si può risparmiare oltre il 20%.
  • Molti punti vendita incentivano gli acquisti regalando, ogni tot di Euro spesi, una colomba. Programmate quindi la spesa in modo intelligente, così da poter usufruire di tali promozioni.
  • Prediligete i prodotti a “km 0”: si tratta di prodotti (frutta, verdura, carne, uova, ecc.) del territorio, che non hanno viaggiato per giorni sui camion o nei frigoriferi. Tali prodotti, infatti, non solo sono più freschi e hanno prezzi molto vantaggiosi (costano circa il 30% in meno), ma contribuiscono positivamente anche alla riduzione delle emissioni inquinanti liberate nell’ambiente dai mezzi pesanti addetti al trasporto di tali prodotti per migliaia di chilometri.
  • Colomba, pizza pasquale, dolci e biscotti tipici della tradizione possono tranquillamente essere confezionati in casa, risparmiando così anche oltre il 75%. 

In particolare per le Uova di Pasqua                               

L’importante è tener presente alcuni criteri fondamentali:

  • la data di scadenza;
  • i valori nutrizionali e gli ingredienti (se il contenuto di cacao è elevato si troverà tra i primi ingredienti della lista);
  • una volta scartato l’uovo, non abbassate la guardia: controllate che le sorprese riportino sempre il marchio CE, che garantisce la sicurezza dei materiali utilizzati e verificate che l’età consigliata per il gioco sia adeguata a quella dei bambini a cui è destinato. 

Carne

  • rivolgetevi ai rivenditori di fiducia;
  • fate attenzione alla provenienza;
  • se acquistate la carne già confezionata presso la grande distribuzione è importante fare attenzione all’integrità della confezione, alla data (sia di confezionamento che di scadenza), all’aspetto ed al colore del prodotto.

Qui sotto puoi vedere le tabelle con i costi in dettaglio ed i consigli per il risparmio e la sicurezza dei prodotti

tabella 1

tabella2

Mestre, 18 marzo 2016