Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


 
Treni, al via privatizzazione 40% di Ferrovie dello Stato

Al via procedura di privatizzazione delle Ferrovie dello Stato. L’obiettivo è quello di “eliminare le attuali distanze tra i servizi ad alta velocità e i servizi ai pendolari”. Così ha annunciato il provvedimento in Consiglio dei Ministri il Ministro dei Trasporti Graziano Delrio: sul mercato, “a un azionariato diffuso e investitori istituzionali”, andrà il 40% della società, ma l’infrastruttura di rete rimarrà pubblica. Sul fronte utenti, invece, Trenitalia conferma l’obbligo di prenotazione del posto per gli abbonati AV a partire dal 1° gennaio 2016.

Ci saranno a disposizione degli abbonati un numero di posti “determinato in base ai dati storici delle varie tratte”. Ma “aderendo alle indicazioni dell’Autorità di regolazione dei trasporti”, Trenitalia ha annunciato anche la possibilità per gli abbonati che non trovano disponibilità di posti di accedere ai posti eventualmente liberi di servizi superiori attraverso il servizio last minute.

Federconsumatori riconosce alcuni correttivi introdotti dopo le proteste, ma rimane comunque contraria all’adozione di procedure poco trasparenti nella disponibilità di posti da assegnare agli abbonati. “Le imprese, infatti, non hanno mai comunicato il numero dei clienti abbonati e numero (o percentuale) dei posti riservati agli abbonati, che di fatto vengono ad essere utilizzati come riempitivo di posti invenduti. Una soluzione che non tiene conto degli incrementi di domanda previsti dalla stessa Autorità – scrive l’Associazione dei consumatori – Ugualmente insoddisfacente rimane il ricorso ad una procedura last minute, che viene vanificata dall’obbligo di usufruirne almeno mezzora prima della partenza”. Federconsumatori ritiene inaccettabile una procedura così dannosa per la qualità della vita di tanti cittadini, adottata attraverso comunicati e interviste, anziché diretta conseguenza di atti della stessa Autorità dei Trasporti.

È inconcepibile, inoltre, che mentre Trenitalia propone il “numero chiuso” dei propri abbonati sulla linea AV Milano-Torino NTV/Italo sopprime due treni nella fascia di maggior utilizzo. Un combinato-disposto che produce l’appiedamento dei viaggiatori, come paventato dalla stessa Autorità. Per questo riteniamo non più rinviabile la pubblicazione dei provvedimenti più volte annunciati dall’Autorità dei Trasporti e particolarmente doverosa nei confronti di Federconsumatori che ha presentato gli esposti nei confronti delle forzature di Trenitalia e NTV.

L’Associazione “da sempre” sostiene la necessità di una regolamentazione nel settore ferroviario che tenga in maggior conto i diritti dei viaggiatori e regolati da una nuova Autorità di settore. Pur con gravi ritardi, è venuto il momento di dare risposte concrete alle aspettative degli utenti.


Mestre, 27 novembre 2015