Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


Responsabilità professionale medica, Cncu invita Ministero Salute alla prossima riunione

Le associazioni aderenti al Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti (Cncu) hanno chiesto di porre all’ordine del giorno della prossima riunione, convocata per il 24 settembre, il tema della responsabilità professionale medica. E hanno invitato il Ministero della Salute a intervenire alla riunione con propri rappresentanti. I Consumatori vogliono evitare che il peso economico e sociale della malasanità ricada sulle vittime.

Una nota del Ministero dello Sviluppo economico inviata al Ministero della Salute spiega che in vista della riunione del 24 settembre numerose associazioni rappresentate in Consiglio “hanno chiesto di porre all’ordine del giorno il tema della responsabilità professionale medica, e di invitare in audizione rappresentanti di codesto Ministero, nonché, eventualmente, del Ministero dell’economia e delle finanze, in relazione a notizie acquisite informalmente circa l’iniziativa in corso da parte del Ministero della Salute”, che riguardano l’intenzione di intervenire in sede di legge di Stabilità su questo tema, che “appare di sicuro interesse per i consumatori e le loro associazioni”. Queste infatti “vogliono scongiurare ogni possibile rischio che il peso economico e sociale degli episodi di malasanità sia caricato sulle vittime di tali fenomeni”.

Mestre, 11 settembre 2015