Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


Istruttorie Antitrust su energia, Consumatori: “No all’abolizione del mercato tutelato”

Abolire il mercato tutelato non farebbe altro che danneggiare ancor di più i consumatori alle prese con i tanti problemi del settore dell’energia: è la posizione che tornano a esprimere le associazioni dei consumatori, contrarie alla previsione contenuta nel ddl concorrenza, di fronte all’ultima decisione dell’Antitrust. Questa infatti ha aperto quattro istruttorie nei confronti di Acea Energia, Edison Energia, Enel Energia, Enel Servizio Elettrico ed Eni.

A fronte di numerosi reclami e segnalazioni, l’indagine è volta ad accertare violazioni del Codice del Consumo in merito a fatturazione basata su consumi presunti; mancata considerazione delle autoletture; fatturazione a conguaglio di importi significativi, anche a seguito di conguagli pluriennali; mancata registrazione dei pagamenti effettuati, con conseguente messa in mora dei clienti fino talvolta al distacco; mancato rimborso dei crediti maturati dai consumatori.

Per Federconsumatori: “ E’ apprezzabile l’intervento dell’Antitrust in merito a un problema che segnaliamo e denunciamo da tempo: le modalità di fatturazione e i mancati rimborsi. Una questione divenuta insopportabile che ha assunto dimensioni allarmanti. Il danno per i cittadini che ricevono bollette pazze o richieste non dovute sono enormi: non solo vi è una immensa perdita di tempo nel dover effettuare contestazioni, ma vi è anche, dal lato umano, un vero e proprio danno esistenziale in termini di preoccupazione e nervosismo. Inoltre, vi è anche il fatto che molti cittadini, in preda alla disperazione, per paura pagano anche quanto non è dovuto. In quel caso ottenere i rimborsi è quasi un miraggio”. L’Associazione ribadisce la contrarietà verso l’abolizione del mercato tutelato prevista nel ddl concorrenza perché “tali pratiche si scatenano soprattutto nell’ambito del mercato libero, libero solo di nome, visto che la vera competitività è ancora ben lontana. Chiediamo all’Authority, al termine delle indagini, di non limitarsi a comminare delle sanzioni, vorremmo per chi effettua tali pratiche scorrette una pena esemplare, che preveda la sospensione delle autorizzazioni ad operare”.

Mestre, 27 luglio 2015