Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

QUESTIONARIO QUALITA' DEI NOSTRI SERVIZI 

Federconsumatori Veneto opera con un sistema di gestione qualità conforme alle norme ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 - N. IT 10/0640

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@ federconsveneto.it ed i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisca il suo indirizzo email nello spazio sottostante i clicchi su Iscriviti. Riceverà una mail di conferma per l'iscrizione; segua le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


Ryanair, maxi multa da Antitrust per assistenza passeggeri troppo costosa: call center a sovrapprezzo

Maxi multa di 550mila euro a Ryanair per pratica commerciale scorretta: a far scattare la sanzione dell’Antitrust è stato, in particolare, il servizio di assistenza passeggeri, raggiungibile solo attraverso numerazioni a sovrapprezzo. Tantissime le segnalazioni giunte all’Autorità sia da parte di passeggeri sia di Associazioni dei consumatori che lamentavano l’estrema difficoltà e onerosità nel mettersi in contatto con l’operatore per esercitare specifiche prerogative contrattuali.
Sulla base di queste segnalazioni, il 6 giugno scorso, l’Antitrust ha quindi aperto un procedimento che si chiude oggi con una super sanzione. Tra le varie pratiche scorrette, l’Antitrust menziona: richiesta di assistenza per l’imbarco di persone con ridotta mobilità; scelta di un volo sostitutivo in caso di variazioni al piano di volo disposte dal vettore; modifica della prenotazione effettuata prima del volo; richiesta di restituzione delle somme erroneamente addebitate al momento della prenotazione e di emissione della fattura commerciale per il volo acquistato, oltre all’utilizzazione dei bonus di credito concessi dal vettore.
L’Autorità ha concesso a Ryanair 90 giorni di tempo entro cui comunicare le iniziative adottate per rimuovere i profili di scorrettezza accertati, sui quali la compagnia ha iniziato a intervenire già nel corso del procedimento, senza tuttavia averli ancora eliminati.
Le misure già adottate dalla società hanno riguardato: l’abolizione del numero a sovrapprezzo dedicato all’assistenza prioritaria, la riduzione delle tariffe per l’assistenza telefonica e l’introduzione di un servizio di assistenza via chat, accessibile dal sito web del vettore, che consente al passeggero di interloquire con un addetto al servizio clienti. Di questo comportamento della compagnia, l’Antitrust ha tenuto conto nella determinazione della sanzione.
Questa decisione – precisa l’Antitrust in una nota – si colloca nell’ambito di altri interventi analoghi adottati dall’Autorità sulle modalità di assistenza ai passeggeri del trasporto aereo e, in particolare, sull’utilizzo di linee telefoniche a sovrapprezzo per esercitare legittime prerogative contrattuali (ultima la decisione n. 25181 del 12 novembre 2014, su Meridiana Fly – Rimborsi e call center a pagamento, Bollettino ufficiale n. 47/2014).

Mestre, 23 gennaio 2015