Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Accetto

Federconsumatori è un'associazione senza scopo di lucro che ha come obiettivi prioritari l'informazione e l'autotutela dei consumatori ed utenti ed è iscritta nel Registro Regionale delle Associazioni dei Consumatori (L.R. 23/10/2009, n. 27).

Per segnalazioni, informazioni o consulenze CONTATTACI scrivendo a segnalazioni@federconsveneto.it e i nostri esperti ti risponderanno quanto prima

Per ricevere la nostra newsletter inserisci il tuo indirizzo email nello spazio sottostante e clicca su Iscriviti. Riceverai una mail di conferma per l'iscrizione; segui le indicazioni in essa contenute per completare il processo.

Per sospendere l'invio dei messaggi spuntare qui

Autorizzazione al trattamento dei dati personali (d.lgs. 196/2003)

CGIL, Auser, Spi, Società di Mutuo Soccorso tra Carpentieri e Calafati, ARCI Treviso, SILP per la CGIL, CIA Venezia, CIA Treviso, ANSE di Bassano del Grappa, FITeL Veneto

Gli iscritti convenzionati hanno diritto allo sconto sulla quota annuale d'iscrizione

Collabora con noi: diventa volontario di Federconsumatori

Cerchiamo persone interessate a svolgere attività di sostegno, formazione, informazione e tutela dei cittadini nella loro qualità di consumatori, risparmiatori e utenti.
Se vuoi proporti come volontario, rivolgiti alla nostra sede più vicina (per conoscerla clicca qui).


Acqua, Federconsumatori: agire contro perdite occulte nel servizio idrico

Arginare il fenomeno delle mega-bollette legate alle perdite del servizio idrico e fornire una tutela di base a tutti gli utenti in caso di consumi anomali legati a perdite documentabili: è quanto chiede Federconsumatori all’Autorità per l’energia, il gas e il sistema idrico in occasione dell’odierna Conferenza sui servizi idrici. La questione delle perdite occulte nel servizio idrico, afferma l’associazione, è “un problema di rilevanza nazionale, che richiede un provvedimento regolatorio attraverso una consultazione con tutte le parti sociali, a partire dalle Associazioni dei Consumatori, dalle aziende e dagli ex-ATO operanti nel servizio idrico. Stimiamo che siano circa 300.000 i casi di perdite occulte che si verificano ogni anno nel nostro Paese”.
Il danno ambientale e sociale è enorme – si spreca acqua, risorsa importantissima e preziosa – e a questo si aggiunge il danno economico per molte famiglie, con esborsi che “oscillano dal doppio della bolletta normalmente pagata a 15.000 / 20.000 euro l’anno – afferma Federconsumatori – Concorre all’aggravamento di tale situazione la carenza di controlli nella lettura dei contatori da parte delle aziende, che dovrebbe avvenire, come previsto dai regolamenti locali, almeno 2 volte l’anno. Allo stato attuale, invece, molto spesso avviene una volta ogni 2-3 anni”. Oltre a un aumento dei controlli, Federconsumatori chiede che “si adotti un meccanismo che segua la falsariga di quello della nuova assicurazione per gli incidenti dovuti fughe di gas metano, con oneri contenuti, che fornisca una tutela di base a tutti gli utenti in caso di consumi anomali da perdite occulte documentabili da parte dell’utente. Con l’impegno di quest’ultimo a riparare la perdita è necessario che, in seguito alla riparazione, venga riconosciuta la compensazione per le maxi-bollette fatturate”.

Mestre, 26 novembre 2014